Senza le tue carezze

Imparerò a vivere
senza le tue carezze.
Lo devo a me stesso.
Troppo mi sono appoggiato,
come uno storpio al bastone,
e zoppico
in questo mondo erto e sconnesso.
Troverò, dentro me, l’equilibrio
che sosterrà i miei passi
per poter poi
avanzare
accanto a qualcuno
mano in una mano
che non è più la tua.