Rimango

Come un albero cavo
di sola corteccia
svuotato
sto
radicato
in un passato
troppo prossimo
per essere dimenticato.

Baci, come foglie morte, secche, sparse su di un suolo duro.

Il mio autunno avanza.

Sospiri rintanati, in letargo, attendono, chiusi,
l’ennesima primavera mancata.

Tace
il canto dei boccioli schiusi.

Vuoto
per accogliere un’eco
Rimango.

Annunci

13 pensieri su “Rimango

  1. Belli i primi versi che assumono la forma di un albero scavato, in ogni direzione, ma anche di una clessidra, del tempo che scorre o che sembra non scorrere mai. Buona giornata 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...