Non chiedere a un Uomo solo

Non chiedere a un uomo solo
Di amarti
Perché lo farà davvero
Lo farà quando non vorrai
Lo farà quando non vorrà
Lascialo stare
Lì in quell’angolo di esistenza
In cui ha imparato a sopravvivere
Lascialo alla sofferenza blanda dei giorni
Dove noia e incompletezza non sono che calli
Duri, dolorosi ma anche normali e necessari
Lascia il lavoratore alle proprie macchine
E il contadino ai propri campi
Non diventare la passione di chi vorrebbe vivere
Ed imparerà a morire
Non infastidirlo con queste sensazioni
Così scomode per chi ha dimenticato di lamentarsi
Poco dopo essere nato
Per chi ha pianto poco e sofferto troppo
Non incunearti in quel cuore duro e puro
Come cristallo su cristallo
Come vetro sul cemento
Perché no, nessuno poi potrà
Raccoglierne i frantumi
E se per caso, se per sbaglio
Un giorno tutto ciò dovessi fare
Non lasciarmi mai
Giacché in questo baratro
Ad altro la mia anima
non si saprà aggrappare.

10 pensieri su “Non chiedere a un Uomo solo

    • La poesia è davvero bellissima e struggente, ma condivido il sentimento di inquietudine: proverò a spiegartene il perché.
      Parto dal presupposto che sono insieme al mio compagno, in una relazione assolutamente monogama, da 10 anni, quindi non sono una persona che ha paura di impegnarsi o di legarsi ad una persona sola per la vita.
      Allo stesso tempo però, amarsi è una libera scelta, una scelta che faccio ogni giorno e che voglio faccia anche il mio compagno. Non deve sentirsi assolutamente vincolato a me perché altrimenti io vado in frantumi. L’amore è irrazionale, come ogni sentimento, e so che sebbene stiamo insieme da tanti anni, e la nostra relazione sembra solida, domani il mio compagno potrebbe non sentire più questo sentimento, o cominciare a provarlo per un’altra persona. E, seppure ne sarei devastata, è fondamentale che lui a quel punto sia libero di andar via, di lasciarmi. Le tue parole invece, che capisco dettate da una grande sofferenza patita, mettono però una forte pressione sull’eventuale altra persona, perché le chiedono a priori di avvicinarsi a te solo se ti resterà legata per sempre, ma questo nessuno lo può sapere. Dire che se dovesse mai lasciarti non ti riprenderesti più fa paura, perché rende il partner responsabile della tua vita, quando ognuno può esserlo solo della propria.
      Se un giorno il mio compagno dovesse lasciarmi, io ne sarò devastata, sicuramente ci metterò non so quanto tempo a riprendermi, non so nemmeno se mi riprenderò davvero (anche se voglio immaginare di sì), ma non potrei mai far pesare su di lui la mia disperazione, perché io e solo io sono responsabile dei cocci di me stessa.
      Quando scegli di condividere la tua vita con qualcuno stai facendo una scommessa, e come tutte le scommesse sai che potrai vincere l’amore eterno o perdere tutto. Devi essere pronto ad accettarlo, nonostante le sofferenze che il passato t ha inflitto, ma di cui la persona nuova che si avvicina a te oggi non è colpevole.
      Spero di non averti ferito o offeso in alcun modo con il mio punto di vista, ripeto la stima per la tua poesia e l’emozione che ne traspare. Vorrei solo trasmetterti il mio punto di vista.

      Piace a 1 persona

      • Hai ragione, condivido in pieno quello che dici. Ma credo che la poesia vada oltre le responsabilità verso il mondo, verso gli altri, persino verso se stessi. Per me è il luogo in cui ogni fragilità può mostrarsi, dove le paure si spogliano di scuse e giustificazioni, in cui non devo più rendere conto al mondo per quello che sono, in cui ogni verità dilaniante può finalmente evadere e gridare senza remora alcuna. Spesso si cela ciò che si prova perché eticamente corretto, moralmente giusto, socialmente accettato. Per me la poesia è quella piccola casa, che finalmente mi libera di ogni parete. Dove l’unico muro, lo metto io col mio punto.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...