Si Urla

Non si urla per la rabbia
Si urla per la voglia di tornare a vivere
Di iniziare a vivere
di essere normali tra i normali
per non doversi piu cavare dal petto ogni giorno
il coraggio per essere se stessi
per non dover piu essere
gli eroi i pazzi i ribelli i diversi
per non dover piu lottare per una vita dignitosa..

Si urla
con le lacrime dentro
che non possono cadere, non devono
devono
solo aspettare che si torni a casa, stanchi
e crollare su cuscini
stanchi
di sentire il nostro sale.

9 pensieri su “Si Urla

  1. Grazie mille per il Follow. Questa poesia è molto evocativa. Un unico appunti: perché essere “normali” in un mondo dove la normalità è qualcosa di relativo? 🙂 Un abbraccio e a rivederci presto. Torna pure a trovarmi

    Piace a 1 persona

    • Ti ringrazio!
      Il punto non è essere normali, ma normali tra i normali, ossia non diversi, riuscire perciò a spogliarsi dall’abito della diversità con il quale si è costantemente visti.
      Hai perfettamente ragione quando dici che la normalità è relativa, quella a cui mi riferisco e però la percezione di normalità, non esiste un qualcosa come l’essere normali, ma si puo aspirare a un qualcosa come il sentirsi meno diversi.

      "Mi piace"

      • Certo 🙂 Però non so se vorrei sentirmi meno diverso rispetto a ciò che sono. Alla fine, perché non posso andare bene come sono.
        Perché devo aspirare a essere più convenzionalmente “normale?”

        Ovviamente, tutto dipende dalla sfumatura di diversità a cui fai riferimento.

        Piace a 1 persona

      • Certo! La diversità a cui mi riferisco non risiede nelle sfaccettature dell’individualità, che ritengo preziose e fondamentali, ma alla percezione di diversità ed estraneità che si puo vedere negli occhi degli altri quando si viene etichettati come diversi.
        È un inno alla fine della discriminazione, non all’omologazione, al poter essere nornali tra i normali, in un mondo in cui qualcosa come normalità non ha senso che in termini di infrequenza statistica.
        In un mondo di etichette, l’unica aspirazione è debellare lo stigma.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...